Ingegneria Industriale Indirizzo Tecnologico Gestionale
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
Durata corso: 2 anni – Crediti: 120

Il corso di laurea in Ingegneria industriale indirizzo tecnologico gestionale intende formare un ingegnere capace di operare nell’ambito della progettazione, della produzione meccanica e della gestione di macchine, impianti e sistemi produttivi, e di valutare le interazioni con gli aspetti ambientali, economici e normativi, anche con riferimento al risparmio energetico.

Didattica del corso di laurea in Ingegneria Industriale indirizzo Tecnologico Gestionale
Il corso di laurea prevede che la formazione teorica sia accompagnata da esempi, applicazioni, lavori individuali e di gruppo, verifiche. A completamento del percorso formativo, lo studente svolge un tirocinio e un impegnativo lavoro di tesi durante il quale, sotto la guida di un docente, realizza un progetto o conduce uno studio su argomenti di frontiera dell’ingegneria.

Materie di studio
1° anno:
Misure per il controllo di qualità, Progettazione e costruzioni meccaniche, Tecniche virtuali di progettazione, Sistemi integrati di produzione, Energetica ambientale, Fondamenti di metallurgia. 6 Cfu a scelta dello studente.
2° anno:
Studi di fabbricazione, Strategia d’impresa e organizzazione Industriale, Gestione aziendale, Progettazione impianti.
A scelta:Tirocini, Prova finale.

A scelta dello studente: Interazione macchine ambiente, Meccanica delle macchine automatiche, Pianificazione della catena logistica, Tecnologie materie plastiche e compositi, Analisi e controllo di sistemi, Analisi di impatto ambientale e ciclo di vita.

Sbocchi occupazionali
I principali sbocchi occupazionali per i laureati a indirizzo Tecnologico Gestionale sono nelle industrie meccaniche ed elettromeccaniche, in aziende ed enti per la conversione dell’energia, in imprese impiantistiche, in industrie per l’automazione e la robotica, la produzione, l’installazione e il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine, linee e reparti di produzione e nelle imprese manifatturiere in generale.

Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Civile e Ambientale
Durata corso: 3 anni – Crediti: 180

Il corso di laurea in Ingegneria civile ed ambientale copre i due settori classici dell’ingegneria civile: l’edilizia residenziale e industriale e le infrastrutture per i trasporti. Tratta anche aspetti riguardanti la sicurezza sismica, l’architettura e i problemi connessi con l’ambiente.

Didattica del corso di laurea
Il percorso formativo è strutturato in modo da assicurare specifiche capacità di applicazione delle conoscenze apprese. Prevede infatti:
elaborazione di progetti;
indagini bibliografiche e sitografiche;
seminari;
lavori di gruppo;
analisi di materiali e prodotti audiovisivi;
tirocinio.

Materie di studio
1° anno:
Fisica, Fondamenti di informatica, Geometria analitica, Analisi matematica, Meccanica razionale e statica, Disegno, Chimica applicata e tecnologia dei materiali, Lingua straniera: lingua inglese.
2° anno:
Legislazione delle opere pubbliche, Meccanica delle strutture, Tecniche costruttive, Idraulica e costruzioni idrauliche, Geotecnica e fondazioni, Fisica tecnica e impianti tecnici, Principi di restauro architettonico.
3° anno:
Progetto di strutture, Geologia applicata, Fondamenti di ingegneria sismica, Fondamenti di ingegneria economico-gestionale, Topografia.

A scelta:Tirocini, Prova finale.
A scelta dello studente:Progetto di strutture II, Sistemi costruttivi industrializzati, Restauro degli edifici, Sperimentazione delle strutture, Analisi numerica.

Sbocchi occupazionali
I laureati in Ingegneria Civile e Ambientale possono operare come liberi professionisti oppure inserirsi in imprese di costruzione di opere e infrastrutture civili, in studi professionali e società di progettazione, in uffici pubblici oppure in aziende, enti, consorzi e agenzie di gestione e controllo di sistemi di opere e servizi, ecc.

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica e dell’Automazione
Durata corso: 2 anni – Crediti: 120

Il corso di laurea in Ingegneria Informatica e dell’Automazione intende formare una figura professionale di alto profilo che sappia utilizzare l’ampia gamma di conoscenze per interpretare, descrivere e risolvere, anche in modo innovativo, problemi dell’ingegneria informatica e dell’automazione. Il laureato magistrale inoltre è in grado di interagire con gli specialisti di tutti i settori dell’ingegneria e dell’area economico-gestionale.

Didattica del corso
L’impostazione didattica del corso prevede che la formazione teorica sia accompagnata da esempi, applicazioni, lavori individuali e di gruppo, verifiche. Lo studente inoltre svolge un tirocinio in dipartimenti universitari, aziende o enti di ricerca pubblici e privati.

Materie di studio
1° anno:
Organizzazione dell’azienda industriale, Ricerca operativa applicata, Metodi e tecnologie di simulazione, Linguaggi di programmazione, Sistemi di controllo distribuiti, Interfacce uomo-macchina. 6 Cfu a scelta dello studente.
2° anno:
Strumentazione per l’automazione, Sicurezza informatica, Sistemi di automazione innovativi, Sistemi transazionali e data mining.

A scelta:Tirocini, Prova finale.
A scelta dello studente: Controllo e gestione delle reti, Telecomunicazioni e telecontrolli, Meccanica delle macchine automatiche, Sicurezza delle reti, Tecnologie e progettazione web, Sistemi operativi mobili.

Sbocchi occupazionali
I laureati magistrali in Ingegneria Informatica e dell’Automazione possono trovare occupazione in imprese elettroniche,elettromeccaniche, spaziali, chimiche, aeronautiche, manifatturiere o di servizi, nelle Pubbliche Amministrazioni oppure nella libera professione.

Ingegneria civile ed ambientale – Termomeccanico
Durata corso: 2 anni – Crediti: 120

Il corso di laurea in Ingegneria industriale Termomeccanico intende formare un ingegnere capace di operare nell’ambito della progettazione, della produzione meccanica e della gestione di macchine, impianti e sistemi produttivi, e di valutare le interazioni con gli aspetti ambientali, economici e normativi, anche con riferimento al risparmio energetico.

Didattica del corso di laurea online in Ingegneria Industriale Termomeccanico
Il corso di laurea prevede che la formazione teorica sia accompagnata da esempi, applicazioni, lavori individuali e di gruppo, verifiche. A completamento del percorso formativo, lo studente svolge un tirocinio e un impegnativo lavoro di tesi durante il quale, sotto la guida di un docente, realizza un progetto o conduce uno studio su argomenti di frontiera dell’ingegneria.

Materie di studio
1° anno: Progettazione di macchine, Progettazione termotecnica, Misure per il controllo di qualità, Aerodinamica e gasdinamica, Energetica ambientale, Reti ed impianti elettrici. 6 Cfu a scelta dello studente.
2° anno: Progettazione meccanica, Progettazione impianti, Strategia d’impresa e organizzazione Industriale, Pianificazione energetica sostenibile.

A scelta:Tirocini, Prova finale.
A scelta dello studente: Turbomacchine, Interazione macchine ambiente, Trasmissione del calore, Analisi di controllo ambientale, Analisi e controllo di sistemi, Analisi di impatto ambientale e ciclo di vita.

Sbocchi occupazionali
I laureati possono inserirsi principalmente nelle industrie meccaniche ed elettromeccaniche, nelle aziende e negli enti per la conversione dell’energia, nelle imprese impiantistiche, nelle industrie per l’automazione e la robotica, la produzione, l’installazione e il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine e sistemi complessi e, infine, nelle imprese manifatturiere in generale.

Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Industriale Indirizzo Energetico
Durata corso: 3 anni – Crediti: 180

Il corso di laurea in Ingegneria industriale curriculum energetico intende formare un ingegnere con una solida cultura tecnico-scientifica, consapevole della centralità delle problematiche energetiche e della necessità di armonizzare le richieste di energia con l’esigenza di ridurre l’impatto ambientale.

Didattica del corso di laurea online in Ingegneria Industriale Indirizzo Energetico
L’impostazione didattica del corso prevede che la formazione teorica sia accompagnata da esempi, applicazioni, lavori individuali e di gruppo. Accanto allo studio assumono notevole importanza anche:
• attività di laboratorio;
• esercitazioni in aula;
• seminari;
• progetti individuali e di gruppo;
• tirocinio.

Materie di studio
1° anno:
Fisica, Chimica generale, Geometria, Analisi matematica, Principi di economia, Disegno meccanico, Lingua straniera: lingua inglese, Fondamenti di informatica.
2° anno:
Elettrotecnica, Macchine e sistemi energetici, Fisica tecnica, Misure meccaniche e termiche, Meccanica applicata e progettazione, Energetica, Tecnologie dei materiali, Fluidodinamica.
3° anno:
Progettazione dei sistemi energetici, Gestione dei sistemi energetici, Termotecnica e climatizzazione, Impianti meccanici.

A scelta:Tirocini, Prova finale.

A scelta dello studente:Motori a combustione interna, Tecnica del freddo, Impianti ed azionamenti elettrici, Interazione macchine ambiente, Modelli ambientali, Gestione logistica della produzione.

Sbocchi occupazionali
I laureati in Ingegneria Energetica possono inserirsi in enti pubblici e privati operanti nel settore dell’approvvigionamento energetico, in aziende produttrici di componenti di impianti elettrici e termotecnici, in studi di progettazione nel campo energetico, in aziende ed enti civili e industriali per la conversione dell’energia o in cui è richiesta la figura del responsabile dell’energia.

Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Industriale Indirizzo Gestionale
Durata corso: 3 anni – Crediti: 180

La figura dell’ingegnere gestionale, per la sua flessibilità, può essere facilmente impiegata in molti ambiti delle varie realtà industriali, dal marketing alla logistica, dalla produzione agli acquisti, ai servizi informatici, alle risorse umane.

Didattica del corso
Oltre alla parte teorica il corso prevede applicazioni, lavori individuali e di gruppo
Attività di laboratorio
Esercitazioni
Seminari
Progetti individuali e di gruppo
Tirocinio

Materie di studio
1° anno:
Chimica Generale, Fisica, Geometria, Analisi Matematica, Principi di Economia, Disegno Meccanico, Lingua Inglese, Fondamenti di Informatica.
2° anno:
Elettrotecnica, Macchine e Sistemi Energetici, Fisica Tecnica, Misure Meccaniche e Termiche, Meccanica Applicata e Progettazione, Tecnologie dei Materiali, Analisi e Modellistica dei Sistemi, Ricerca Operativa.
3° anno:
Tecnologie e Sistemi Produttivi, Sistemi Produttivi Industriali, Logistica Industriale, Sistemi di Controllo di Gestione,

Tirocinio, Prova Finale.
A scelta: Elementi Costruttivi e Affidabilità, Marketing e Organizzazione Aziendale, Automazione Industriale, Impianti ed Azionamenti Elettrici, Interazione Macchine Ambiente, Modelli Ambientali, Gestione Logistica della Produzione.

Sbocchi occupazionali
Gli ambiti professionali tipici dell’ingegnere gestionale sono prevalentemente la progettazione e la gestione dei processi produttivi e dei sistemi logistici integrati; l’approvvigionamento dei materiali e le scelte di outsourcing; l’automazione dei sistemi di produzione; la scelta delle tecnologie e la loro integrazione; l’innovazione di prodotto e di servizio; la progettazione e la gestione dei flussi di informazioni e dei sistemi informativi integrati; la reingegnerizzazione dei processi intra e inter-organizzativi; la pianificazione; il controllo di gestione e l’analisi degli investimenti; la valutazione delle prestazioni individuali e collettive.
Il laureato in Ingegneria industriale curriculum Gestionale può operare sia nell’industria, spendibile in molte funzioni che si trovano in qualsiasi realtà industriale come marketing, logistica, produzione, acquisti, servizi informatici, risorse, che nelle società di servizi, nonché in aziende private e nella Pubblica Amministrazione.